Babylon Radio Celebrating Cultures, Promoting Integration

Politiche e diritti dell’infanzia

I bambini sono tra i membri più vulnerabili della società. In Irlanda la legge dello Stato protegge i bambini fino a quando non sono ritenute in grado di interagire nella società come adulti. Per questo motivo i bambini sono trattati in modo diverso dal sistema di giustizia penale irlandese. La legge che si occupa di bambini trovati in violazione del diritto penale è contenuta nel Children Act, 2001, che è stato modificato dal Criminal Justice Act del 2006 (pdf).

Il Children Act del 2001 è diventato legge nel luglio 2001 e da allora la maggior parte delle disposizioni della legge del 2001 e gli emendamenti sono stati portati in vigore. La legislazione del 2001 si basa sulla filosofia che i bambini in conflitto con la legge dovrebbe essere trattenuto da parte dello Stato solo come ultima risorsa. Prima di considerare la detenzione ci sono molte misure a livello della comunità che devono essere prese in esame.

Ci sono tre dipartimenti del governo che hanno la responsabilità di supervisionare l’attuazione del Children Act, 2001:

  • Department of Justice, Equality and Law Reform
  • Department of Education and Science
  • Department of Health and Children

L’Office of the Minister for Children è stato istituito nel dicembre 2005 per portare a una maggiore coerenza nelle politiche per l’infanzia. Fa parte del Department of Health and Children ma al suo interno ci sono anche unità dagli altri due dipartimenti, come ad esempio l’Irish Youth Justice Service. Quest’ultimo è stato istituito nel dicembre 2005 all’interno del Department of Justice, Equality and Law Reform. Il servizio riunisce tutti i servizi per la gioventù offerti dallo Stato.

Definizione di un bambino in materia di diritto penale

Fino all’introduzione del Children Act del 2001 molte espressioni sono state utilizzate per identificare qualcuno nel campo di applicazione del sistema di giustizia minorile. Espressioni quali minore (minor), la criminalità giovanile (juvenile), i giovani (youth) erano di uso comune. Tuttavia, la parola “bambino” (child) è ora definito dalla sezione 3 della legge del 2001 per indicare una persona di età inferiore ai 18 anni.

Il Children Act del 2001 non fa distinzione tra un bambino e un giovane. Tutte le disposizioni in atti precedenti per distinguere diverse categorie di bambini (per esempio, i giovani, minori, bambino) non esistono più.

L’età della responsabilità penale

L’età della responsabilità penale è coperto dalla Sezione 52 del Children Act del 2001, come modificato dalla Sezione 129 del Criminal Justice Act 2006 (pdf). Questo è entrato in vigore nel mese di ottobre 2006, elevando l’età della responsabilità penale da 7 a 12 anni di età. Ciò significa che i bambini che non hanno raggiunto l’età di 12 anni non possono essere accusati di un reato. Vi è un’eccezione, tuttavia, per i bambini di età compresa tra 10 o 11 che possono essere accusati di omicidio, omicidio plurimo, stupro o di violenza sessuale aggravata. Inoltre, nel caso di un bambino sotto i 14 anni di età accusato di un reato, nessun ulteriore procedimento può essere preso senza il consenso del Director of Public Prosecutions (Pubblica Accusa).

Anche se la legge del 2001 non permette, in generale, che i bambini al di sotto dei 12 anni possano essere accusati e condannati per un reato penale, essi non godono di totale immunità da un’azione intrapresa contro di loro. La Sezione 53 della legge, così come modificata dalla sezione 130 del Criminal Justice Act del 2006 pone l’onere sui Gardai di portare un bambino sotto i 12 anni di età dai genitori o dal tutore se hanno fondati motivi di ritenere che il bambino ha commesso un reato per il quale il bambino non può essere addebitato a causa della sua età. Qualora ciò non sia possibile la Gardai farà in modo che il minore venga preso in custodia dal Servizio Sanitario (Health Service Executive – HSE) della zona in cui il minore risiede abitualmente. E ‘possibile che i bambini sotto i 12 anni di età che commettono reati penali verranno trattati dalla HSE e non del sistema di giustizia penale.

La detenzione di un bambino

Ai sensi della sezione 142 del Children Act del 2001, un giudice può imporre un periodo di detenzione a un bambino. Se è di età inferiore ai 16 anni è detenuto in una scuola di detenzione. Bambini di età compresa tra 16 e 17 sono bambini detenuti in centri di detenzione. Tuttavia, la Corte può imporre un ordine di detenzione solo quando si è accertato che esso è il solo modo per affrontare il problema con il bambino e, per un minore sotto i 16 anni di età, di un posto in una scuola di detenzione è disponibile.