Babylon Radio Celebrating Cultures, Promoting Integration

Il Curriculum Vitae e la lettera motivazionale

In Irlanda, per fare domanda per un posto di lavoro, saranno sempre richiesti il CV e la lettera motivazionale.

Curriculum Vitae

Il Curriculum Vitae costituisce la raccolta di tutte le proprie informazioni personali tra i quali:

  • Nome
  • Indirizzo
  • Recapiti telefonici (fisso e mobile)
  • Indirizzo email

Se lo si preferisce, si possono anche aggiungere nazionalità e data di nascita.

E’ importante fornire una descrizione breve ma precisa del proprio percorso di studi e delle proprie qualificazioni, se si dispone di una laurea o del diploma di maturità, se si è frequentato un corso di qualificazione o qualsiasi altra cosa rilevante.

In seguito, è necessario elencare tutte le esperienze lavorative precedenti chiarendo quali fossero le proprie responsabilità, gli obiettivi raggiunti, i doveri e le capacità che potrebbero interessare un potenziale nuovo datore di lavoro. Per ognuna di esse è necessario fornire il proprio titolo all’interno della compagnia precedente (manager, supervisore…), il titolo della persona per il quale si è lavorato (direttore, manager…) e la data di inizio e di fine del lavoro, oltre al nome della compagnia accompagnato da una breve descrizione dei servizi che essa fornisce.

Bisogna poi elencare tutto ciò che si è appreso nelle precedenti esperienze (e la modalità con cui ciò è avvenuto) e che possa essere utile per il nuovo lavoro per cui si vuole fare domanda.
Importanti sono anche le capacità informatiche, di cui bisogna elencare i sistemi operativi e i software di cui si possiede la padronanza, e quelle nelle lingue straniere. Per queste ultime, nel caso possano risultare utili per il nuovo lavoro, bisogna indicare il proprio livello di fluenza: ottimo, molto buono ecc… In alcuni casi, rilevanti possono essere le capacità di scrittura e in stenografia.

In seguito si trova una sezione dedicata agli interessi, hobby e gli sport praticati. Rilevanti possono anche essere posizioni o responsabilità attuali o precedenti ricoperte in un club o associazione e qualsiasi obiettivo raggiunto in tali contesti. In questi casi non è necessario di solito menzionare il nome dell’organizzazione nel CV, tranne che nei casi di insegnamenti sostenuti o volontariato nel pronto soccorso.

Per compilare un CV in maniera efficiente non esistono regole precise, ma diversi sono i consigli da seguire:

  • Scrivere l’essenziale: il Curriculum è come un passaporto, deve contenere solo le informazioni utili.
  • Menzionare le proprie capacità, ma senza sopravvalutarsi troppo.
  • Dall’altro canto, non menzionare qualcosa in cui non si possiedano buone capacità né parlare in negativo.
  • Assicurati che la descrizione che dai di te nel CV sia la stessa che darai al colloquio.
  • Nel caso in cui non si è soddisfatti del proprio CV o si pensa che non possa attirare l’attenzione dei datori, si possono scaricare delle guide professionali per la  compilazione di CV (il costo sarà minimo in confronto al tempo risparmiato, poiché sarà meno probabile ricevere messaggi di rifiuto e, si spera, aumenterà il numero dei colloqui).  

Sul web si trovano numerosi esempi di CV anche già compilati e gratuiti, che si consiglia tuttavia di utilizzare solo come campioni e non di ricopiarli interamente.

Lettera motivazionale

Ogni volta che si fa domanda per un lavoro, bisogna fornire all’azienda il proprio Curriculum Vitae e una lettera motivazionale.

La lettera motivazionale non ha il solo scopo di spingere il datore a leggere il proprio CV, bensì di spiegare perché si sta scrivendo e perché si pensa di essere il candidato ideale per un determinato lavoro, è perciò importante riportare i punti più importanti del proprio CV che possono risultare attinenti. Essa consiste in un breve testo formale che illustri qual è il proprio campo di lavoro, le proprie esperienze e conoscenze che potrebbero risultare utili per l’incarico per cui si sta facendo domanda.

E’ importante personalizzare la propria lettera motivazionale quando possibile, appellandosi a uno specifico mittente, in modo da dimostrare che il posto di lavoro per cui si sta facendo domanda stia veramente a cuore e si è intenzionati a lavorare seriamente. Si tratta anche di una maniera per dare una descrizione delle proprie capacità ed esperienze in maniera più completa e per emergere tra tutti gli altri candidati, dando la prova di essere quel valore aggiunto di cui l’azienda avrebbe bisogno.

Importante è anche avere una profonda conoscenza della compagnia: un buon consiglio è infatti quello di fare ricerche prima di scrivere una valida lettera motivazionale.

Proprio come per il CV, su Internet è possibile consultare anche esempi di lettere motivazionali. Anche in questo caso è altamente controindicato ricalcare tutti i concetti riportati, ad eccezioni di “espressioni fisse”, come quelle per aprire e chiudere la lettera.