Babylon Radio Celebrating Cultures, Promoting Integration

Come fare

In Irlanda la ricerca di un alloggio può essere difficile. Il volume e la gamma di affitti disponibili dipendono di solito dalla zona del paese in cui si vuole andare a vivere, ad esempio nelle grandi città ci sono maggiori opzioni, ma maggiori sono anche i costi dell’affitto; il contrario delle zone rurali o piccole città dove la scelta non è poi cosi ampia, ma i prezzi sono inferiori.

Pubblicità, siti web e passaparola

Un buon punto di partenza per la ricerca di un appartamento, è la sezione annunci dei quotidiani locali, (cercate di comprarvi il giornale appena esce in edicola),  ed i vari siti web pertinenti, inoltre potete trovare annunci di alloggi anche nelle bacheche di supermercati e collegi. In aggiunta informate chiunque conoscete che state cercando un posto dove vivere: il passaparola è sorprendentemente utile. Alcuni luoghi, specialmente se sono gestiti da un’agenzia immobiliare, avranno un cartello “to let” , che sta per “affittasi”, all’esterno e generalmente si deve prendere un appuntamento per vedere l’appartamento o la casa, cercate di prenderlo il prima possibile.

Agenzie immobiliari

Le agenzie immobiliari sono organizzazioni che possono richiedere il pagamento di una parcella nell’aiutarvi a trovare appartamenti privati in affitto, e solitamente trattano con alloggi più costosi rispetto a quelli che si possono trovare negli annunci sui giornali. Quando richiedono un pagamento, si tratta normalmente di circa 50 euro, ma prima di registrarsi con l’agenzia e pagare, dovreste ottenere delle risposte alle seguenti domande:

  • l’agenzia ha una regolare licenza?
  • quali servizi sono offerti per la parcella?
  • In quali circostanze si avrà diritto ad un rimborso?
  • quanti proprietari che accettano pagamento sono registrati con l’agenzia?
  • Assicuratevi di ottenere una ricevuta per qualsiasi prezzo da pagare se decidete di affidarvi a un’agenzia.

Controllare un appartamento o una casa

Assicuratevi di controllare bene l’alloggio prima di prendere una decisione, atal proposito potreste trovare utili le seguenti domande:

  • Ci sono segni di umidità?
  • Le finestre si aprono?
  • Che sistemi di sicurezza ci sono (serrature, antifurto)?
  • C’è un rilevatore di fumo ed è previsto che funzioni?
  • Chi paga il riscaldamento? A che ora entra in funzione, e chi lo controlla?
  • L’acqua calda è a disposizione sempre o solo in alcuni momenti?
  • I fornelli e il frigorifero sono puliti e funzionanti?
  • In che condizioni è il bagno?
  • Si deve condividere il bagno? Con quante persone?
  • C’è un deposito per le biciclette, c’è parcheggio, ecc?
  • C’è fermata dell’autobus o di altri mezzi di trasporto pubblico nelle vicinanze?
  • Ci sono negozi ed altre strutture nelle vicinanze?

Caparra

I proprietari possono chiedere una caparra che può corrispondere ad una settimana o ad un mese di affitto. Se state ricevendo i sussidi previsti dalla previdenza sociale, il vostro responsabile della tutela del benessere può contribuire al pagamento della caparra, anche se potrebbe essere necessario che provvediate a pagarne una parte. Assicuratevi di ottenere una ricevuta per qualsiasi caparra che pagherete.

Si puo perdere la caparra se:

  • si lascia l’alloggio senza fornire una comunicazione prima della fine del contratto
  • si provocano danni all’alloggio al di là della normale usura
  • si lascia l’alloggio con fatture o affitto non pagati.

Prima di accettare

Innanzitutto assicuratevi di avere la possibilità di pagare l’affitto. Se avete intenzione di richiedere un sostenimento per il pagamento, assicuratevi di conoscere il livello di affitto massimo consentito dalla direzione del servizio sanitario, Health Service Executive (HSE). Inoltre è opportuno dire subito al padrone di casa che state facendo richiesta per un sussidio poiché non tutti i proprietari accettano inquilini che beneficiano di esso.

Siate consapevoli di diritti e doveri, sia vostri che del proprietario. Il padrone di casa, ad esempio, è obbligato a fornire un contratto d’affitto ed è inoltre tenuto a garantire che l’alloggio soddisfi dei determinati standard di base. In aggiunta dovranno anche registrare il contratto con il consiglio dei contratti residenziali privati, “Private Residential Tenancies Board”, un organismo istituito dal governo per registrare le locazioni e mediare le controversie tra locatori e locatari.

Se il proprietario vuole darvi un termine di locazione di sei mesi o un anno, non accettate a meno che non siate sicuri di voler rimanere così a lungo. Ricordate che se si lascia prima della scadenza della fine del termine di locazione prefissato si può perdere la caparra.

Dovrete poi elaborare e concordare un elenco di arredi ed elettrodomestici previsti, con il proprietario stesso, ciò contribuirà a prevenire le controversie durante il vostro soggiorno o quando starete per lasciare l’alloggio. Se ci sono segni di danni di inquilini precedenti, assicuratevi che anche questo venga riportato. L’elenco dovrebbe essere incluso nel registro fornito dal proprietario.

Se ci sono grandi riparazioni, chiedete al proprietario di dichiarare per iscritto che egli stesso si prenderà cura dei lavori.