Arthur Guinness
(1724 or 1725 – 23 January 1803)

Fu un birraio irlandese nonché il fondatore dell’industria di birreria della famiglia Guinness, nonché ottimo imprenditore, visionario e filantropo. All’età di 27 anni, nel 1752, suo nonno Arthur Price, l’arcivescovo di Cashel, della chiesa d’Irlanda, gli lasciò in eredità 100 pound. Guinness investì il denaro, nel 1755 in una fabbrica di birra a Leixlip, a soli 17 km da Dublino. A seguito, nel 1759, andò in città e cominciò il proprio business, stimulando un contratto di 9,000 anni di una fabbrica di birra a St. James’s Gate della grandezza di 4-acre (ben 16,000 m2) dai discendenti di Sir Mark Rainsford, per un affitto annuale di 45 pound. La vigorosa firma di Artur Guinness viene ancora riprodotta in ogni etichetta delle bottiglie Guinness. Potete visitare lo stabilimento Guinnes per saperne di più su Arthur Guinness ed il suo brand.